Consumatori

La crisi post Covid? Pagheranno famiglie e consumatori. Non c’è scampo

Di Luigi Gabriele – Presidente CONSUMERISMO – NO Profit, pubblicato su: ilparagone.it

 

Secondo l’ISTAT nel rapporto pubblicato il 25 maggio 2020, il comportamento delle famiglie durante il Lockdown è stato encomiabile.

L’ISTAT ha sentenziato che: 3 cittadini su 4 hanno usato parole di significato positivo per descrivere il clima familiare vissuto nella Fase 1 dell’emergenza Covid – 19

È stata alta la fiducia espressa verso il personale medico e paramedico del Servizio Sanitario Nazionale con un punteggio medio pari a 9 (in una scala da 0 a 10) e verso la Protezione civile (8,7).

Il 91,2% dei cittadini ha considerato utili le regole imposte per contrastare l’evoluzione della pandemia. L’89,5% ha percepito come “chiare” le indicazioni su come comportarsi per contenere il contagio.”

Inoltre sempre secondo l’istituto naizonale di statistica, è stato “Positivo il clima familiare: nonostante le restrizioni, il lockdown è stato vissuto all’insegna della serenità e di un clima familiare coeso e positivo. Alla richiesta di definire il clima familiare vissuto nel primo periodo dell’emergenza, tre cittadini su quattro hanno usato parole di significato positivo. Meno del 15% ha scelto parole a cui non è stato possibile attribuire un significato univocamente positivo o negativo. Solo l’8% ha utilizzato termini di significato negativo.

Continua a leggere su ilParagone.it

Ti potrebbe interessare

Back to top button