News

La TV 4.0 parte senza i consumatori

 Il Ministero dello Sviluppo Economico convoca il Tavolo TV 4.0 senza le Associazioni Consumatori, nonostante i più diretti interessati al nuovo switch-off siano proprio i cittadini-consumatori

Carlo DE MASI, Presidente di Adiconsum nazionale: Il Ministero ci convochi al Tavolo, ponendo rimedio subito a tale mancanza

 

25 settembre 2018 – Abbiamo appreso che oggi il Ministero dello Sviluppo Economico ha insediato il Tavolo TV 4.0, presieduto dal Ministro, Luigi Di Maio, per accompagnare il nuovo processo di transizione digitale del sistema radiotelevisivo. Al Tavolo erano presenti rappresentanti delle Istituzioni competenti in materia, gli operatori televisivi e le associazioni di categoria, senza le Associazioni Consumatori.

Dispiace constatare – dichiara Carlo De Masi, Presidente di Adiconsum nazionale – che, pur essendo previsto un rappresentante del CNCU, come da Decreto ministeriale, l’incontro di insediamento del Tavolo non ha visto la presenza dei Consumatori, ma quella di un funzionario dello stesso Ministero. Infatti, nessuna comunicazione è pervenuta alle Associazioni consumatori del CNCU per nominare un loro rappresentante.

Quanto accaduto – continua De Masi – è gravissimo, perché il Decreto ministeriale che istituisce il Tavolo TV 4.0 prosegue le attività già svolte in passato dal CNID, che si occupò del passaggio dall’analogico al digitale. In quell’occasione, il CNCU fu rappresentato da Adiconsum, che assunse anche il ruolo di coordinatore del gruppo di lavoro per l’assistenza ai consumatori.

Adiconsum auspica – conclude De Masi – che si ponga immediatamente rimedio e che dalle prossime riunioni del Tavolo siano rappresentati anche i consumatori, che sono quelli che subiranno la transizione ai nuovi sistemi della tv digitale e che vanno tutelati.

Lascia un commento

Back to top button