Salute

SANITA’: RITIRATI FARMACI CON RANITIDINA, IMPURITÀ CANCEROGENA

CODACONS: PRONTI AD AZIONI LEGALI A TUTELA DEI PAZIENTI ITALIANI. VERIFICARE RITARDI O FALLE NEI SISTEMI DI SICUREZZA

Il Codacons è pronto a scendere in campo a tutela dei pazienti italiani cui siano stati somministrati farmaci contenenti il principio attivo Ranitidina ora ritirati dal mercato. Lo afferma l’associazione dei consumatori, dopo le decisioni assunte oggi dall’Aifa.

“Ancora una volta farmaci autorizzati e commercializzati in Italia si rivelano potenzialmente pericolosi per la salute umana – spiega il presidente Carlo Rienzi – Siamo pronti a scendere in campo a tutela dei pazienti che hanno assunto negli ultimi anni il medicinale in questione, ai fini delle dovute azioni risarcitorie per i rischi sanitari corsi, qualora verrà accertata la cancerogenicità dei prodotti ritirati”.

“Chiediamo intanto al Ministero della salute di accertare se vi siano stati ritardi o falle nei sistemi di sicurezza sui farmaci prima di giungere ai provvedimenti adottati oggi dall’Aifa” – conclude Rienzi.

I farmaci ritirati dal mercato sono i seguenti:

Ranitidina Hex, Ranitidina Ratiopharm, Ranitidina Mylan Generics, Ranidil Sciroppo, Zantac Compresse e Fiale, Ranitidina Aurobindo.

Per i lotti interessati visitare il sito https://www.aifa.gov.it/

Back to top button