AcquistiIN EVIDENZA

Sciopero AMAZON, l’occasione per acquistare nei negozi di vicinato

Errore danneggiare consumatori. Ritardi consegne creeranno problemi e disagi in questo periodo di emergenza. Cittadini facciano acquisti presso negozi di vicinato anche per sostenere economia locale

Consumatori presi in ostaggio

Lo dei lavoratori creerà pesanti disagi ai consumatori, ancora una volta presi in ostaggio per rivendicazioni sindacali. Lo afferma Consumerismo No Profit, commentando la protesta che interesserà oggi in tutta gli addetti degli hub e quelli alle consegne e i driver.

“I consumatori sono contrari a qualsiasi tipo di sciopero che utilizzi i cittadini per rivendicazioni di tipo sindacale – afferma il presidente di , – In questo momento di zone rosse estese e di impossibilità di spostamento per gli utenti, ritardare le consegne arreca un danno materiale alla collettività. Non entriamo nel merito delle giuste richieste dei lavoratori e delle criticità del comparto, ma riteniamo sia ingiusto, considerata la situazione attuale, far pagare ai consumatori il prezzo della vertenza Amazon.

Torniamo ad acquistare nei negozi di vicinato

Questo sciopero deve essere però l’occasione per far riscoprire ai cittadini i negozi di vicinato, che svolgono un vero e proprio servizio pubblico ma che troppo spesso sono svantaggiati dalla concorrenza dell’e-commerce, e rivolgiamo un appello a tutti i consumatori affinché, in occasione delle sciopero dei lavoratori Amazon, effettuino acquisti presso gli esercizi del proprio quartiere, sostenendo così l’economia di prossimità” – conclude il presidente di .

Luigi Gabriele

Presidente dell'Associazione Consumerismo no profit. Laureato in Scienze Politiche, indirizzo politico amministrativo. Specializzato in affari regolatori, relazioni istituzionali e comunicazione pubblica. Dopo diverse esperienze in aziende e presso l’Università Sapienza, dal 2008 si occupa di tutela del consumatore. Ha svolto la funzione di esperto per due delle principali associazioni nazionali, svolgendo sia il ruolo di esperto consumerista sia di comunicatore pubblico. E’ consulente stabile in materia di consumi e tutela del consumatore per Uno Mattina, Mi manda Rai3, Tg2 Italia, Tv 2000 - Attenti al Lupo, Radio Rai1, Radio24, Radio Cusano Campus e innumerevoli siti web e testate. Ha acquisito competenze per la risoluzione delle casistiche sia individuali sia collettive in tutela del consumatore nei settori regolamentati (energia, gas, acqua e rifiuti, telefonia, Internet e pay tv, assicurazioni, bancario e servizi postali) e nei settori di consumo generico, come commercio elettronico, innovazione tecnologica e spesa domestica. E’ componente dei gruppi di lavoro sulla tutela del consumatore del Ministero dello Sviluppo Economico e ha svolto consulenza specifica per numerosi commissioni parlamentari su testi di legge in materia di tutela dei consumatori. Oggi è presidente di Consumerismo no profit e di Visionari no profit, organizzazione per la divulgazione della scienza e della tecnologia.

Ti potrebbe interessare

Back to top button