News

Slitta la fine del mercato tutelato

La fine del mercato tutelato, datato Luglio 2020, sembra lontanissmo ma non lo è.

In un documento di consultazione in scadenza il 28 ottobre, ARERA Autorità di regolazione sulle reti, sembra consigliare al Governo di attuare uno slittamento almeno di natura progressiva e la soluzione sarebbe quella di far entrare prima le imprese e poi i consumatori in un momento successivo.

Sarebbe utile, quindi, capire come e cosa sta cambiando, in tema di fornitura di energia elettrica.

In questa pagina, cercheremo di capire, cos’ è il mercato tutelato e il mercato libero dell’energia. Cosa bisogna fare sin da ora.

Molti utenti, hanno già ricevuto delle comunicazioni in merito sulle ultime bollette. La comunicazione, sostanzialmente avvisa l’utente, che da luglio 2020, “ENEL SERVIZIO ELETTRICO” cesserà di esistere.

Questo significa, che a partire da luglio 2020, che è cliente del Srvizio Di Maggior Tutela, si dovrà attivare, per scegliere la propria compagnia di fornitura sul mercato libero. Nel resto dei paesi europei, questo passaggio è già avvenuto, ma si sa che l’ Italia, non sempre recepisce per prima le varie normative europee.

Secondo l’ultima relazione annuale Arera (“Stato dei Servizi” Vol. I, 31 marzo 2019) gli italiani interessati a questo passaggio sono poco meno di 17 milioni: per cui circa la metà delle utenze in Italia, che si stima in 30 milioni, dovrà obbligatoriamente passare alle offerte del Mercato Libero entro luglio 2020. In alternativa entrerà nel mercato di salvaguardia.

Quali sono i fornitori che operano ancora nel tutelato? Nella seguente tabella trovi i primi 15 esercenti il servizio di maggior tutela nel 2019:

  • Servizio Elettrico Nazionale
  • Acea Energia
  • A2A Energia
  • Iren Mercato
  • Dolomiti Energia
  • Alperia Energy
  • Energiabasetrieste
  • Hera Comm
  • Cva Trading
  • Amet

Mercato Tutelato vs Mercato Libero: qual è il migliore?

Sono migliori le offerte del servizio a maggior tutela o le tariffe del mercato libero? La risposta che ci sentiamo di dare è meglio il libero! Se si considera che la direzione presa ormai è irrevocabile e, al netto di nuove proroghe e almeno di ripensamenti straordinari di questo o di futuri governi, entro poco tempo tutti noi dovremo passare alle offerte del mercato libero. Sono molti i vantaggi del mercato libero: il risparmio, le offerte “Dual”, i Servizi aggiuntivi (come la manutenzione delle caldaie), il prezzo bloccato per almeno 12 mesi, e soprattutto la possibilità di scegliere il fornitore più adatto alle esigenze personali.

QUINDI COSA CONVIENE FARE?

Il consiglio è sicuramente quello di iniziare a informarsi per tempo, per evitare soprattutto, di essere inseriti nel mercato di salvaguardia, che a quanto pare avrà tariffe notevolmente più alte. Quindi non aspettate e iniziate a informarvi su internet.

Back to top button