News

SPESASOSPESA.ORG: PARTE DA PERUGIA E PROSEGUIRA’ IN TUTTA ITALIA LA SECONDA FASE DEL PROGETTO DI SOLIDARIETÀ CIRCOLARE

Si è svolta oggi a Perugia la consegna ufficiale dei primi aiuti alimentari nell’ambito dell’iniziativa spesasospesa.org. Grazie alla generosità di cittadini e aziende, il Comune della città ha donato il corrispettivo di 27mila euro all’Emporio della Caritas. La cifra permetterà di sostenere mille famiglie in difficoltà. Le donazioni, la vendita e l’acquisto di generi di prima necessità sono stati possibili grazie all’innovativa piattaforma digitale di Regusto e al sostegno della digital energy company Sorgenia che ha coinvolto oltre 4 mila clienti per portare risorse al progetto.

Milano, 1 luglio 2020 – Al via la seconda fase del progetto nazionale di solidarietà circolare SpesaSospesa.org. Partito circa un mese fa, come un vero e proprio circolo virtuoso tra cittadini, Comuni, enti no-profit territoriali e imprese alimentari, Spesasospesa.org si basa su una innovativa piattaforma digitale per l’acquisto, la vendita e la donazione di generi alimentari di prima necessità, ispirandosi al rito antico e nobile del caffè sospeso.
Oggi a Perugia è stato inaugurato il primo hub per lo smistamento dei beni, presso l’Emporio della Caritas. Altri centri in tutta Italia saranno aperti nel mese di luglio, a cominciare da Alessandria, Napoli e Catanzaro.
Il modello adottato a Perugia sarà realizzato anche nelle altre città che hanno aderito all’iniziativa: le donazioni in denaro saranno consegnate ai Comuni o alle associazioni presenti sul territorio e utilizzate per acquistare gli alimenti a prezzi scontati dalle imprese alimentari aderenti. Sarà poi il network di associazioni no-profit accreditate a
distribuirli a chi ne ha bisogno. I Comuni così trovano risposta all’esigenza di dialogo, digitalizzazione e connessione diretta con enti non-profit e aziende del territorio, là dove invece la rete analogica può incontrare degli ostacoli:
l’obiettivo di SpesaSospesa.org è proprio quello di implementare e favorire questo genere di catene virtuose.
Il Comune di Perugia ha destinato il corrispettivo di 27mila euro dei 225mila euro complessivamente raccolti in un mese dal lancio della campagna all’Emporio della Caritas locale (con le sue tre strutture) a cui potranno accedere le famiglie in difficoltà per il proprio fabbisogno alimentare quotidiano. Il risultato ottenuto evidenzia la valenza sociale
di questo progetto e il suo impatto positivo sul territorio: sarà infatti possibile aiutare circa mille nuclei familiari composti in media da tre persone che afferiscono a questo hub solidale per quasi due mesi.
I flussi di donazioni sono registrati e gestiti attraverso l’innovativa piattaforma di food sharing Regusto, da sempre impegnata nella lotta allo spreco alimentare che, grazie alla tecnologia blockchain integrata, tiene traccia di tutte le transazioni, i movimenti e le destinazioni degli alimenti in totale trasparenza. Per Davide Devenuto – Presidente di Comitato Lab00 Onlus “questa iniziativa è nata come risposta alle necessità create dall’emergenza, ma ambisce a
proporre anche un modello di economia vicino al territorio che mette al centro dei suoi interessi i bisogni della comunità, a partire dal recupero di cibi a rischio spreco e la gestione delle eccedenze alimentari”.
Il progetto è stato supportato dalla digital energy company Sorgenia in qualità di main partner che ha coinvolto i dipendenti e la community dei propri clienti per trasformare l’energia utilizzata in cibo, donando il valore dell’ultima bolletta di ciascun utente che decide di aderire all’iniziativa (www.sorgenia.it/spesa-sospesa)

Ti potrebbe interessare

Back to top button