Comunicati Stampa

Truffa Bitcoin, ecco il decalogo per protreggersi

TRUFFA BITCOIN, HACKERATI I PROFILI DI OBAMA E GATES, CONSUMATORI DENUNCIANO: DOPO COVID TRUFFE SU CRIPTOVALUTE AUMENTATE DEL +400% ASSOCIAZIONE CONSUMERISMO LANCIA TASK FORCE ANTISCAM PER SMASCHERARE TRUFFATORI E DIFFONDE DECALOGO PER GLI UTENTI

Il caso degli account Twitter di Elon Musk, Bill Gates, Jeff Bezos, Barack Obama, Joe Biden, Mike Bloomberg e Kanye West hackerati per promuovere una truffa legata ai Bitcoin è solo la punta dell’iceberg di un fenomeno assai più diffuso, denunciato di recente anche un da . Lo afferma l’associazione dei consumatori specializzata in tecnologia, che proprio pochi giorni fa aveva lanciato l’allarme sulla crescita di raggiri e truffe sul web legate all’emergenza coronavirus.
“In Italia si registra una preoccupante crescita delle truffe legate a Bitcoin, criptovalute, sistemi piramidali, schemi Ponzi, che fa leva sulle difficoltà economiche dei cittadini causate dal per promettere guadagni facili e veloci agli utenti, ovviamente dietro il pagamento di una quota in denaro – spiega , presidente di – In base ad una nostra tale tipologia di raggiri online ha subito una crescita esponenziale negli ultimi mesi, con un aumento del +400% rispetto al periodo pre-Covid, motivato sia dalla maggiore presenza dei cittadini sul web nel periodo del lockdown, sia dallo stato di necessità di molti italiani che hanno perso reddito e lavoro e sperano di ottenere facili cadendo in queste trappole”.
Proprio contro le truffe legate a Bitcoin e criptovalute Consumerismo ha istituito una task force “antiscam” con lo scopo di monitorare e denunciare raggiri e truffatori online.
L’associazione diffonde inoltre un decalogo con le regole d’oro da seguire per non incappare in simili truffe:

1) leggi Pinocchio;
2) ricorda che NESSUNO vuole darti o regalarti soldi;
3) quando leggi il termine “gratis”, molto probabilmente il prodotto da vendere sei tu;
4) se e’ troppo bello per essere vero, è falso;
5) devi FATICARE e studiare finanza per fare soldi;
6) se fosse vero quanto ti promettono perché non lo fanno tutti? Perché proprio tu?
7) Warren Buffet ha un margine di guadagno del 10% annuo. Se pensi di poter fare meglio del migliore senza la sua preparazione non sai di cosa parli;
8) se vuoi guadagnare studia un minimo di matematica;
9) se, provando a spiegarlo a tuo nonno, tuo nonno ti avrebbe preso a schiaffi, prenditi a schiaffi da solo e ringrazia tuo nonno;
10) se vuoi fare investimenti in denaro rivolgiti a persone serie e accreditate, che hanno studiato per fare il loro lavoro e che possono consigliarti le migliori soluzioni adatte alla tua situazione finanziaria.

Luigi Gabriele

Presidente dell'Associazione Consumerismo no profit. Laureato in Scienze Politiche, indirizzo politico amministrativo. Specializzato in affari regolatori, relazioni istituzionali e comunicazione pubblica. Dopo diverse esperienze in aziende e presso l’Università Sapienza, dal 2008 si occupa di tutela del consumatore. Ha svolto la funzione di esperto per due delle principali associazioni nazionali, svolgendo sia il ruolo di esperto consumerista sia di comunicatore pubblico. E’ consulente stabile in materia di consumi e tutela del consumatore per Uno Mattina, Mi manda Rai3, Tg2 Italia, Tv 2000 - Attenti al Lupo, Radio Rai1, Radio24, Radio Cusano Campus e innumerevoli siti web e testate. Ha acquisito competenze per la risoluzione delle casistiche sia individuali sia collettive in tutela del consumatore nei settori regolamentati (energia, gas, acqua e rifiuti, telefonia, Internet e pay tv, assicurazioni, bancario e servizi postali) e nei settori di consumo generico, come commercio elettronico, innovazione tecnologica e spesa domestica. E’ componente dei gruppi di lavoro sulla tutela del consumatore del Ministero dello Sviluppo Economico e ha svolto consulenza specifica per numerosi commissioni parlamentari su testi di legge in materia di tutela dei consumatori. Oggi è presidente di Consumerismo no profit e di Visionari no profit, organizzazione per la divulgazione della scienza e della tecnologia.

Ti potrebbe interessare

Back to top button