La Rubrica del Presidente

Luigi Gabriele: «Extra profitti, paghi Eni e tutti gli altri»

Ieri ad Agorà ho detto che se il Governo voleva, sapeva a chi chiedere i soldi. Oggi Eni dopo l'iniziale resistenza decide di pagare 1,4 MILIARDI. Un po' pochini, ma del resto è il Governo che gli ha chiesto solo il 25% degli extraprofitti.

Comunicato stampa ufficiale ENI

Extraprofitti, Eni: pagheremo 1,4 miliardi

Ricalcolato l’importo (era stato indicato in un primo tempo in 550 milioni) sulla base dei chiarimenti dell’Agenzia delle entrate Eni pagherà 1,4 miliardi di euro di “tassa sugli extraprofitti”. Lo comunica la società in una nota, specificando di avere ricalcolato l’importo, inizialmente indicato in 550 milioni di euro, sulla base dei chiarimenti dell’Agenzia delle entrate.

In particolare, Eni sottolinea che sulla base della norma (articolo 37 del DL 21/2022) e dei chiarimenti forniti dalla circolare n. 22/E del 23 giugno 2022 della Agenzia delle entrate, a fine giugno la compagnia aveva determinato l’ammontare del contributo in circa 550 milioni di euro, versando il 40% di acconto.

A seguito delle ulteriori precisazioni contenute nella circolare n. 25/E dell’11 luglio 2022 (v. Staffetta 12/07), scrive però Eni, e del successivo parere reso il 12 agosto dalla Agenzia delle Entrate in risposta ad istanza di interpello presentata da Eni concernente la rilevanza delle operazioni prive del requisito di territorialità, l’ammontare complessivo del contributo è stato rideterminato in circa 1,4 miliardi di euro.

Oggi, conclude Eni, la società ha provveduto alla integrazione del versamento dell’acconto secondo quanto previsto dalla anzidetta circolare n. 25/E, pari a circa 340 milioni di euro.

Luigi Gabriele

Presidente dell'Associazione Consumerismo no profit. Laureato in Scienze Politiche, indirizzo politico amministrativo. Specializzato in affari regolatori, relazioni istituzionali e comunicazione pubblica. Dopo diverse esperienze in aziende e presso l’Università Sapienza, dal 2008 si occupa di tutela del consumatore. Ha svolto la funzione di esperto per due delle principali associazioni nazionali, svolgendo sia il ruolo di esperto consumerista sia di comunicatore pubblico. E’ consulente stabile in materia di consumi e tutela del consumatore per Uno Mattina, Mi manda Rai3, Tg2 Italia, Tv 2000 - Attenti al Lupo, Radio Rai1, Radio24, Radio Cusano Campus e innumerevoli siti web e testate. Ha acquisito competenze per la risoluzione delle casistiche sia individuali sia collettive in tutela del consumatore nei settori regolamentati (energia, gas, acqua e rifiuti, telefonia, Internet e pay tv, assicurazioni, bancario e servizi postali) e nei settori di consumo generico, come commercio elettronico, innovazione tecnologica e spesa domestica. E’ componente dei gruppi di lavoro sulla tutela del consumatore del Ministero dello Sviluppo Economico e ha svolto consulenza specifica per numerosi commissioni parlamentari su testi di legge in materia di tutela dei consumatori. Oggi è presidente di Consumerismo no profit e di Visionari no profit, organizzazione per la divulgazione della scienza e della tecnologia. Mail: presidenza@consumerismo.it
Back to top button