Notizie

Tamponi, i consumatori chiedono di autorizzare le 5 mila parafarmacie

Tamponi: consumatori chiedono di estenderli alle parafarmacie per ridurre disagi ai cittadini e abbassare prezzi. Potrebbero eseguire fino a 200mila tamponi al giorno. Consumerismo: ogni giorno 700mila tamponi solo in farmacia, con una spesa da 315 milioni di euro al mese per i cittadini che ingrassa le casse di farmacisti, grossisti e intermediari. Appello a Governo e Commissario Figliuolo

La richiesta di estensione alle Parafarmacie

Estendere anche alla parafarmacie la possibilità di eseguire i tamponi anti-Covid. A chiederlo Consumerismo No Profit, che rivolge un appello al Governo e al Commissario Straordinario Figliuolo.

“Oggi i cittadini che vogliono sottoporsi al tampone devono rivolgersi alle farmacie tradizionali e ai laboratori privati, subendo attese e disagi immensi – spiega il presidente Luigi Gabriele – Ogni giorno in Italia vengono effettuati circa 950mila tamponi: di questi 700mila sono eseguiti dalle farmacie, con una spesa di 10,5 milioni di euro al giorno per i cittadini, 315 milioni di euro al mese. Il costo di un tampone a carico dei farmacisti varia dai 3 ai 4 euro, mentre il costo al pubblico è di 15 euro: un ricarico del +328% che arricchisce farmacie, grossisti e intermediari”.

Aumento dei test e riduzione del prezzo

“Permettere alle oltre 5mila parafarmacie presenti sul territorio di eseguire i tamponi anti-Covid consentirebbe non solo di effettuare circa 200mila test in più al giorno, riducendo i disagi per gli utenti che oggi devono attendere ore e ore davanti alle farmacie, ma anche di ridurre i prezzi al pubblico dei tamponi, aumentando la concorrenza a tutto vantaggio dei consumatori” – aggiunge Gabriele.

Per tale motivo Consumerismo No Profit chiede oggi al Governo e al Commissario Figliuolo un provvedimento normativo che estenda alle parafarmacie italiane la possibilità di eseguire tamponi, sanando un grave squilibrio che danneggia doppiamente la collettività.

Luigi Gabriele

Presidente dell'Associazione Consumerismo no profit. Laureato in Scienze Politiche, indirizzo politico amministrativo. Specializzato in affari regolatori, relazioni istituzionali e comunicazione pubblica. Dopo diverse esperienze in aziende e presso l’Università Sapienza, dal 2008 si occupa di tutela del consumatore. Ha svolto la funzione di esperto per due delle principali associazioni nazionali, svolgendo sia il ruolo di esperto consumerista sia di comunicatore pubblico. E’ consulente stabile in materia di consumi e tutela del consumatore per Uno Mattina, Mi manda Rai3, Tg2 Italia, Tv 2000 - Attenti al Lupo, Radio Rai1, Radio24, Radio Cusano Campus e innumerevoli siti web e testate. Ha acquisito competenze per la risoluzione delle casistiche sia individuali sia collettive in tutela del consumatore nei settori regolamentati (energia, gas, acqua e rifiuti, telefonia, Internet e pay tv, assicurazioni, bancario e servizi postali) e nei settori di consumo generico, come commercio elettronico, innovazione tecnologica e spesa domestica. E’ componente dei gruppi di lavoro sulla tutela del consumatore del Ministero dello Sviluppo Economico e ha svolto consulenza specifica per numerosi commissioni parlamentari su testi di legge in materia di tutela dei consumatori. Oggi è presidente di Consumerismo no profit e di Visionari no profit, organizzazione per la divulgazione della scienza e della tecnologia. Mail: presidenza@consumerismo.it
Back to top button