Iniziative

Balneari – Consumerismo favorevole a progetti di partenariato pubblico-privato, no a indennizzi

L'Associazione Consumerismo no profit propone collaborazione gratuita per sostenere i balneari che intendono tornare in possesso delle loro concessioni, ma solo a fronte di investimenti certi.

Sul nodo delle concessioni balneari, chiediamo al governo di individuare delle soluzioni alternative che possano garantire anche la continuità della gestione, ma a fronte di impegni e investimenti certi e a beneficio dei cittadini e della riqualificazione ambientali.

Le spiagge sono state utilizzate per decenni per fare profitto a scapito di prezzi calmierati e soprattutto a discapito dell’erosione ambientale – spiega il presidente Luigi Gabriele – per questo Consumerismo chiede al Governo un meccanismo che può, a fronte di investimenti sicuri, garantire continuità agli imprenditori volenterosi che intendono gestire lo spazio pubblico, ma a fronte di evidenti miglioramenti ambientali e benefici per la collettività, escludendo i grandi interessi finanziari.

La nostra posposta – ribattezzata “SPIAGGIA ITALIA” – consiste nel dare diritto di prelazione a quegli imprenditori, già concessionari, che insieme agli enti locali adottino piani di investimento pubblico-privato a vantaggio della collettività.

Consumerismo è disponibile a costruire insieme agli imprenditori i percorsi per definire:

  • proposte che le renderanno di assoluto interesse per gli Enti Locali;
  • protocollo universale dei Servizi minimali per i fruitori;
  • analisi dei risvolti sociali di una corretta riqualificazione degli arenili e del rapporto amministrativo di concessione;
  • protocolli specifici con le singole Amministrazioni Comunali per la valorizzazione del servizio turistico offerto;
  • protocolli specifici con le Associazioni di categoria locali per la fruizione di servizi in favore di categorie disagiate e per i portatori di handicap.

Tali azioni segneranno un passaggio storico: dall’affidamento degli arenili all’affidamento del servizio turistico balneare.

Pertanto ci rendiamo disponibili a collaborare con quelle organizzazioni che vorranno presentare un Progetto di Finanza, ai sensi del Codice dei Contratti, inserendo nella valorizzazione del Progetto le Opere eseguite e dichiarate dal Comune di pubblica utilità per la fruizione dell’arenile.

Abbiamo battezzato questa iniziativa Spiaggia Italia, e saremo ben felici di metterla a disposizione gratuitamente sia alle amministrazioni locali che alle organizzazioni di categoria – conclude il presidente di Consumerismo, Luigi Gabriele.

SCARICA LA PROPOSTA SPIAGGIA ITALIA

Luigi Gabriele

Presidente dell'Associazione Consumerismo no profit. Laureato in Scienze Politiche, indirizzo politico amministrativo. Specializzato in affari regolatori, relazioni istituzionali e comunicazione pubblica. Dopo diverse esperienze in aziende e presso l’Università Sapienza, dal 2008 si occupa di tutela del consumatore. Ha svolto la funzione di esperto per due delle principali associazioni nazionali, svolgendo sia il ruolo di esperto consumerista sia di comunicatore pubblico. E’ consulente stabile in materia di consumi e tutela del consumatore per Uno Mattina, Mi manda Rai3, Tg2 Italia, Tv 2000 - Attenti al Lupo, Radio Rai1, Radio24, Radio Cusano Campus e innumerevoli siti web e testate. Ha acquisito competenze per la risoluzione delle casistiche sia individuali sia collettive in tutela del consumatore nei settori regolamentati (energia, gas, acqua e rifiuti, telefonia, Internet e pay tv, assicurazioni, bancario e servizi postali) e nei settori di consumo generico, come commercio elettronico, innovazione tecnologica e spesa domestica. E’ componente dei gruppi di lavoro sulla tutela del consumatore del Ministero dello Sviluppo Economico e ha svolto consulenza specifica per numerosi commissioni parlamentari su testi di legge in materia di tutela dei consumatori. Oggi è presidente di Consumerismo no profit e di Visionari no profit, organizzazione per la divulgazione della scienza e della tecnologia. Mail: presidenza@consumerismo.it
Back to top button