Consumatori

Impianti fotovoltaici: finalmente anche su terreni agricoli, ma a queste condizioni

Consumerismo sul Decreto Energia in materia di impianti fotovoltaici: «Bene "Solar Belt": si potrà produrre energia anche su terreni agricoli. Si va nella giusta direzione e si consentiranno risparmi in bolletta per famiglie e imprese».

Consumerismo no profit esprime soddisfazione per l’approvazione delle norme contenute nel decreto legge 17/2022 (Decreto Energia), finalizzate all’individuazione di aree idonee per l’installazione di impianti fotovoltaici che possano anche beneficiare di iter autorizzativi semplificati (“Solar Belt”), e alla migliore valorizzazione dell’energia fotovoltaica autoconsumata (“Linea diretta”).

Cosa cambia per gli impianti fotovoltaici

La possibilità di realizzare impianti a fonti rinnovabili a terra per autoconsumo con un collegamento tramite linea elettrica privata lunga fino a 10 km (“Linea diretta”) consentirà enormi risparmi in bolletta in favore di famiglie e imprese – spiega il presidente Luigi Gabriele – Nella stessa direzione va la norma della Solar Belt che permette di dichiarare immediatamente idonee all’installazione di impianti fotovoltaici, purché senza vincoli culturali, le aree adiacenti (entro 300 metri) ai centri di consumo di energia per uso produttivo, quali gli impianti industriali e le zone a destinazione industriale, artigianale e commerciale. Su queste aree sarà sufficiente depositare al Comune una semplice Dichiarazione asseverata di inizio lavori (DILA) per installare impianti fino a 1 MWp.

Misure grazie alle quali sarà ora più semplice la realizzazione di impianti per autoconsumo di energia, consentendo a consumatori e imprese di disporre di energia a costi bassi, contrastando le speculazioni sui mercati e la volatilità dei prezzi.

Ringraziamo Italia Solare per l’impegno profuso volto a far approvare dal Governo provvedimenti in grado di determinare risparmi per le famiglie – conclude Gabriele.

Eccetto dove diversamente indicato, tutti i contenuti di Consumerismo.it sono rilasciati sotto licenza "Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License".
Tutti i contenuti di Consumerismo.it possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre Consumerismo.it come fonte e inserire un link o un collegamento visibile alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Consumerismo.it possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a redazione@consumerismo.it.
Back to top button