Comunicati Stampa

Prezzi: Confesercenti, aumenti pane con corsa materie prime

Assoutenti: è allarme rincari d’autunno. Tra alimentari, benzina e bollette luce e gas rischio stangata su consumatori. Governo intervenga per fermare speculazioni su materie prime

Stangata d’autunno in arrivo per i consumatori

Sui consumatori italiani rischia di abbattersi una stangata d’autunno, con conseguenze negative per le tasche delle famiglie ed effetti depressivi sui consumi. Lo afferma Assoutenti, commentando l’allarme lanciato oggi da Fiesa Confesercenti circa gli aumenti dei prezzi per farine, burro, olio e lieviti.

In arrivo maxi-rincari per le bollette di luce e gas

“Gli italiani vanno incontro ad una nuova stangata caratterizzata dai rincari dei listini per una moltitudine di prodotti – spiega il presidente – Oltre agli alimentari e agli aumenti di farine, pane, burro, olio e prodotti lievitati, sono in arrivo maxi-rincari per le bollette di luce e gas che scatteranno ad ottobre, e anche i proseguono la loro corsa al rialzo, con i listini alla pompa più cari in media del 18% rispetto allo scorso anno”.

Governo intervenga per fermare speculazioni su materie prime

“Alla base del trend al rialzo dei prezzi vi sono non solo i maggiori delle materie prime, ma anche le speculazioni che si registrano nei mercati all’ingrosso e che hanno effetti diretti sulle tasche delle famiglie – prosegue Truzzi – Un quadro allarmante perché, in presenza di forti rincari dei prezzi, i consumatori reagiranno riducendo i consumi. Per tale motivo chiediamo al di intervenire per calmierare i listini delle materie prime e soprattutto per fermare e punire le speculazioni che determineranno una stangata d’autunno a danno delle famiglie”.

Ti potrebbe interessare

Back to top button