Comunicati

Ryanair multata per posti a sedere. Ecco cosa fare

Passeggeri con minori o disabili non paghino balzello e una volta a bordo pretendano posti vicini chiedendo intervento delle forze dell'ordine se necessario.

La multa dell’ente di vigilanza

Se confermate le notizie emerse in queste ore secondo cui Enac avrebbe multato Ryanair per inottemperanza al divieto di chiedere supplementi per i posti a sedere sugli aerei per disabili e minori, Assoutenti è pronta a denunciare la compagnia aerea in Procura per inottemperanza all’ordine di una Autorità e a chiedere il blocco immediato di tutti i voli della società in partenza dall’Italia.

La reazione di Assoutenti

“Stiamo studiando la situazione per capire come intervenire a tutela dei passeggeri – spiega il presidente Furio Truzzi – Se confermata la scelta di Ryanair di continuare a chiedere un balzello per i posti a sedere nei confronti di disabili e minori e dei loro accompagnatori, sarà inevitabile una istanza per chiedere il blocco di tutti i voli in partenza dall’Italia, e lo stesso faremo con qualsiasi altro vettore aereo che dovesse eludere le disposizioni dell’Enac”.

Il consiglio ai passeggeri

“Invitiamo intanto tutti i passeggeri che in questi giorni dovranno utilizzare i voli della compagnia a non pagare alcun balzello per i posti a sedere che rientrano nel provvedimento dell’Enac e, una volta a bordo, a pretendere posti vicini chiedendo, se necessario, l’intervento delle forze dell’ordine. Una situazione che potrebbe provocare la cancellazione e ritardi di voli e partenze ma che si rende purtroppo indispensabile in caso di comportamenti lesivi dei diritti dei consumatori” – conclude Truzzi. 

Eccetto dove diversamente indicato, tutti i contenuti di Consumerismo.it sono rilasciati sotto licenza "Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License".
Tutti i contenuti di Consumerismo.it possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre Consumerismo.it come fonte e inserire un link o un collegamento visibile alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Consumerismo.it possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a redazione@consumerismo.it.
Back to top button