Consumatori

Black Friday 2020 | No acquisti compulsivi: solo super offerte e lo stretto indispensabile

● Più di 8 italiani su 10 compreranno durante il Black Friday ● Malgrado il lockdown gli italiani rimangono fedeli agli acquisti nei negozi fisici ● Oltre il 50% dei consumatori si aspetta che quest’anno vi sia un maggior numero di offerte

Novembre 2020. Per la seconda volta in meno di un anno i mercati europei sono posti a dura prova, e con essi i consumatori. A seguito delle strategie di contenimento adottate dai vari paesi per far fronte all’emergenza sanitaria causata dal Coronavirus, diminuiscono le possibilità di acquisto e le occasioni di consumo, Ma cosa ne sarà del Black Friday? Come si comporteranno gli italiani? Cosa si aspettano dai retailer?

In occasione di questo atteso evento, in un anno che sfugge ormai a qualsiasi previsione possibile, Tiendeo.it, compagnia leader nei servizi drive-to-store per il settore retail ed esperti in cataloghi digitali, ha svolto un’indagine con i propri utenti sui tre paesi dell’Europa Sud Occidentale maggiormente colpiti dalla seconda ondata del COVID-19 e dalle conseguenti misure restrittive: Italia, Francia e Spagna.

Gli italiani sono quelli che compreranno di più

Gli italiani difficilmente riescono a frenare il loro impulso all’acquisto, come conferma il sondaggio da cui emerge che 8 consumatori su 10 faranno acquisti durante questo Black Friday.

Un atteggiamento più parsimonioso arriva invece dai consumatori di Spagna e Francia, che sembrano maggiormente intenzionati a contenere i propri acquisti, almeno in occasione del famoso Venerdì Nero: per quanto riguarda la penisola iberica la percentuale di consumatori intenzionati ad acquistare scende al 73%, e la distanza si allunga ulteriormente con i cugini d’oltralpe (63%).

Niente acquisti impulsivi né regali di Natale

Se è vero che gli italiani faranno shopping approfittando del Black Friday, è anche vero che per il 45% si tratterà quasi esclusivamente di acquisti di prodotti necessari o che si trovano in super offerta (44%). Quest’anno non c’è spazio per gli acquisti impulsivi e per esaudire desideri: si compra solo lo stretto indispensabile.

«La pandemia ha avuto un impatto significativo sugli acquisti impulsivi a cui siamo abituati durante i periodi di saldi e Black Friday. La crisi ci ha insegnato a risparmiare e controllare le spese. Per questo, tutti gli acquisti sono ora sottoposti a una maggiore pianificazione, e il Black Friday non sarà un’eccezione.» affermano da Tiendeo.

Grande inversione di rotta, a testimonianza della crisi che stiamo affrontando: solo il 10% dei consumatori ha intenzione di comprare i regali di Natale durante il Black Friday. L’abbandono di questa abitudine strategica ormai ampiamente in uso negli ultimi anni, pensata per contenere quella che è una spesa fissa di fine anno, lascia intravedere la possibilità di prescindere dal tradizionale scambio di doni natalizi, da rimandare a tempi migliori.

In Italia vince il negozio fisico

L’80% degli italiani farà acquisti in negozi fisici, e di questi la metà comprerà anche online. Solo il restante 20% ha intenzione di fare acquisti esclusivamente online.

In Spagna e in Francia invece, il 30% si dedicherà ad acquisti esclusivamente online durante il Black Friday. L’Italia si rivela il paese meno digital dei tre questo anche perché l’esperienza del negozio offline rimane irrinunciabile, malgrado il lockdown.

Oltre il 50% dei consumatori pensa che quest’anno vi siano più offerte

Date le circostanze e la crisi che sta attraversando più della metà dei consumatori è convinta che per questo Black Friday le offerte saranno maggiori proprio per venire incontro a una situazione economica complicata.

Non a caso, tra gli italiani che decidono di non comprare durante il Black Friday, il motivo principale è dettato dalla necessità di arginare i costi (45%). Si discostano gli altri paesi, dove a frenare gli acquisti è la consapevolezza di non avere bisogno (30% in Francia e in Spagna, in Italia 15%).

 

Ti potrebbe interessare

Back to top button