Casa

Casa, nasce un dipartimento per la tutela del consumatore

Consumerismo No Profit, istituisce il dipartimento casa (housing) - Responsabile del Dip. l'Avv. Fabrizio Plagenza

LA CASA : IL BENE PIU’ PREZIOSO

In gli immobili adibiti ad abitazione principale sono oltre 19 milioni. Oltre 6 milioni sono gli immobili concessi in locazione. Sono numeri importanti ed imponenti che rilevano un ulteriore dato che deve farci riflettere : il patrimonio immobiliare italiano rappresenta un vero e proprio prezioso giacimento. Se il nasce sotto la superficie terrestre, su di essa esiste un patrimonio con un potenziale economico che non ha nulla da invidiare all’oro nero.

In Italia 14 milioni di famiglie sono residenti in condomini. Quel che l’ (Corte di Giustizia Europea) cerca a piccoli passi di qualificare quale consumatore. Esistono un milione di edifici condominiali nel nostro Paese. L’immobile, dunque, si identifica spesso con “la nostra casa” e, altrettanto spesso, soprattutto nelle grandi città, “la nostra casa” si identifica e si rispecchia “nel nostro condominio”. Casa e condominio, dunque, meritano adeguata tutela, sotto tutti i punti di vista.

I consumatori investono nell’acquisto di immobili; investono nella ristrutturazione; nell’allestimento degli stessi; nella loro gestione. Gli italiani litigano per la loro casa : le liti che riguardano il diritto immobiliare (proprietà, locazione etc) e quelle specificatamente condominiali sono sempre in crescita esponenziale e rappresentano quasi il 50% delle cause civili pendenti in Italia. Certamente, si litiga per un bene a cui si tiene e che si vuole difendere.

L’imponenza di questi dati ha una sua spiegazione intrinseca – rileva l’Avv. , Responsabile del Dipartimento Housing di no profit. Dietro il mattone ci sono le persone. Ed ogni persona porta con sé, nella sua casa e nel suo condominio, umori, preoccupazioni, interessi, contrasti che, se portati in condominio, si moltiplicano ulteriormente. Il condominio è un vero e proprio incubatore sociale. E tutto questo perché la casa è IL BENE PIU’ PREZIOSO per gli italiani. Il valore che diamo al diritto di credito (il nostro portafoglio) ed al diritto di proprietà (la nostra casa) è talmente elevato che risulta difficile concedere qualcosa : dunque spesso si litiga, giudizialmente. Ma v’è di più.

Il valore assoluto del bene casa si rispecchia con il bene che la casa, a sua volta, tutela : la famiglia.

Casa è sinonimo di risparmi, sacrifici, bambini, affetti. Ma casa è anche, come dicevamo, investimenti, affari, lavoro. Basti pensare al momento attuale in cui eco bonus, sisma bonus, super bonus 110 % stanno letteralmente avvolgendo proprietari di immobili, amministratori di condominio, inquilini, imprese, professionisti.

Ed è di tutta evidenza che in questo contesto appare doveroso porre una maggiore attenzione alla tutela del consumatore che si accinge a stipulare e a prendere importanti decisioni di carattere economico e non solo.

Ritengo fondamentale che, soprattutto in questo difficile momento storico, sia assicurata trasparenza nelle procedure di affidamento degli appalti e di gestione dei benefici che le misure sopra indicate (su tutte quella del super bonus ) sono pronte ad offrire. E’ importante vigilare ed intervenire tempestivamente affinchè i diritti dei consumatori non vengano travolti da numeri con tanti zeri e da facili promesse.

Allo stesso tempo, credo che il patrimonio immobiliare necessiti di un adeguamento strutturale ma anche identificativo dello stato degli immobili, consentendo la conoscenza della “vita” dell’immobile. Così da individuare carenze strutturali o necessità di interventi.

Bisogna poi intervenire sulla formazione professionale in ambito immobiliare, puntando sulla terzietà e sulla qualità della formazione. E formazione significa anche cultura ed approccio culturale. Un approccio che deve aprirci ad una risoluzione alternativa delle tante controversie che ogni anno intasano le aule di giustizia. Un intervento legislativo in modo organico, sarebbe auspicabile”.

La casa : il bene più prezioso.

Luigi Gabriele

Presidente dell'Associazione Consumerismo no profit. Laureato in Scienze Politiche, indirizzo politico amministrativo. Specializzato in affari regolatori, relazioni istituzionali e comunicazione pubblica. Dopo diverse esperienze in aziende e presso l’Università Sapienza, dal 2008 si occupa di tutela del consumatore. Ha svolto la funzione di esperto per due delle principali associazioni nazionali, svolgendo sia il ruolo di esperto consumerista sia di comunicatore pubblico. E’ consulente stabile in materia di consumi e tutela del consumatore per Uno Mattina, Mi manda Rai3, Tg2 Italia, Tv 2000 - Attenti al Lupo, Radio Rai1, Radio24, Radio Cusano Campus e innumerevoli siti web e testate. Ha acquisito competenze per la risoluzione delle casistiche sia individuali sia collettive in tutela del consumatore nei settori regolamentati (energia, gas, acqua e rifiuti, telefonia, Internet e pay tv, assicurazioni, bancario e servizi postali) e nei settori di consumo generico, come commercio elettronico, innovazione tecnologica e spesa domestica. E’ componente dei gruppi di lavoro sulla tutela del consumatore del Ministero dello Sviluppo Economico e ha svolto consulenza specifica per numerosi commissioni parlamentari su testi di legge in materia di tutela dei consumatori. Oggi è presidente di Consumerismo no profit e di Visionari no profit, organizzazione per la divulgazione della scienza e della tecnologia.

Ti potrebbe interessare

Back to top button