Consumatori

CASHBACK di STATO- GUIDA PER IL CONSUMATORE

Guida realizzata per CONSUMERISMO NO PROFIT da Flavio Campara e Luigi Gabriele

Aggiornamento al 7 dicembre 2020 – ore 14.00

A partire dall’8 dicembre 2020, entra in funzione il Piano Cashless Italia, un programma di incentivo all’uso degli strumenti di pagamento elettronici, che prevede il rimborso di denaro per gli acquisti effettuati con carte di credito, di debito e prepagate o app

La finalità è quella ridurre l’uso del contante in Italia come principale modalità di pagamento, con l’obiettivo di colmare, o quantomeno ridurre, il gap con gli altri Paesi europei e del resto del mondo avanzati. Inoltre questa misura, seppur in via indiretta, contribuisce a contrastare fenomeni illegali e illeciti, in primis la micro evasione fiscale. 

Il Piano Cashless Italia è un piano che comprende varie misure e incentivi quali il Cashback, l’Extra-Cashback di Natale, il Super Cashback e la Lotteria degli scontrini.

 

In questa GUIDA forniamo alcune indicazioni e consigli utili per comprendere il funzionamento del Cashback, quali requisiti possedere e di quali strumenti dotarsi per usufruire al meglio delle opportunità della misura.  

CONDIZIONI E CRITERI PER L’ATTRIBUZIONE DELLE MISURE PREMIALI PER L’UTILIZZO DEGLI STRUMENTI DI PAGAMENTO ELETTRONICI

Varato dal Governo con la legge di bilancio per il 2020 e realizzato da PagoPA, il programma Cashback sarà operativo dall’8 dicembre a seguito dell’emanazione del decreto attuativo da parte del Ministero dell’economia e delle finanze; MEF che pertanto ha già adottato il decreto 24/11/2020, n. 156 recante il relativo regolamento (qui il link del testo del decreto https://www.gazzettaufficiale.it/eli/gu/2020/11/28/296/sg/pdf). 

 

Il programma non pone vincoli qualitativi per l’acquisto di beni e servizi effettuato esclusivamente in base alle modalità di pagamento elettronico acciò riconosciute e prescelte dal consumatore che, volontariamente, partecipa al programma. Questi deve essere una persona fisica, maggiorenne e residente in Italia

Dunque, rinunciando al pagamento in contante, si viene “premiati” attraverso il rimborso in denaro in un determinato intervallo di tempo.  

Ad esempio, saldando il conto di una cena al ristorante o di una riparazione dell’automobile presso l’officina, acquistando un paio di scarpe o semplicemente pagando un caffè tramite carta, il consumatore ottiene un bonus in denaro da spendere come meglio crede. 

Tuttavia sono esclusi dal programma gli acquisti realizzati: 

  1. online (l’e-commerce), anche se avvengono su app o sito web di un esercizio commerciale che pure dispone di negozio fisico;   
  2. per attività d’impresa, arte o professione; 
  3. all’estero, ossia nei Paesi UE ed extra-europei;
  4. presso un negozio che non si appoggia per i suoi sistemi di riscossione ad un operatore convenzionato al programma Cashback.

 

Inoltre non sono consentiti gli addebiti diretti su conto corrente e le operazioni eseguite presso gli sportelli ATM (ad esempio le ricariche telefoniche).

 

MODALITÀ DI ACCESSO AL SISTEMA CASHBACK

 

Per aderire al Cashback, l’utente ha due alternative:

  1. Utilizzare l’app IO, per cui occorre disporre dello SPID (sistema pubblico di identità digitale) o della CIE (carta d’identità elettronica). Una volta eseguito l’accesso, dal 7 dicembre l’utente si registra al programma ed inserisce le carte o le app. che intende usare (il codice fiscale è automaticamente acquisito dall’app.) e, infine, l’IBAN per ricevere il rimborso sotto forma di accredito. Quest’ultimo dato potrà essere comunicato dall’utente al momento dell’adesione al programma o in uno successivo, sempre entro il periodo di riferimento in cui è attivo il programma. 
  2. Attivare i sistemi messi a disposizione dagli issuer convenzionati (banche o società che emettono carte di pagamento; qui il link relativo ad alcuni issuer oggi riconosciuti ai fini del programma https://io.italia.it/cashback/issuer/). 

 

La partecipazione al programma ha inizio al momento dell’effettuazione della prima transazione tramite lo strumento di pagamento elettronico registrato dall’aderente.

Quest’ultimo, in qualsiasi momento, può effettuare la cancellazione dal programma nell’app IO o nei sistemi messi a disposizione dall’issuer convenzionato. La cancellazione dal programma comporta la perdita del diritto a concorrere all’assegnazione del rimborso per il periodo di riferimento e la cancellazione di tutti i dati personali inerenti il programma, salvo che sussistano altre basi giuridiche al trattamento, ivi inclusa quella di fare fronte ad eventuali contestazioni o contenziosi. Restano salvi i rimborsi già corrisposti.

 

In attesa del rilascio dell’aggiornamento dell’APP IO, che presumibilmente avverrà prima della mezzanotte del 7 dicembre, il consiglio che diamo per aderire correttamente al programma è quello di eseguire tali operazioni in tempo utile prima di accingersi all’acquisto di un bene o servizio tramite carta di credito o altro metodo di pagamento elettronico, e non al momento del pagamento o a seguito dello stesso.  

 

Nel profilo utente dell’app IO, ogni consumatore aderente potrà sempre visualizzare esclusivamente la propria situazione aggiornata ai fini del cashback e le relative informazioni, la sua posizione in graduatoria per il super cashback, etc.; il tutto nel pieno rispetto della privacy degli utenti beneficiari e in osservanza del GDPR e del Codice della Privacy

 

 

 

FOCUS SU SPID E APP. IO

Al di là del programma Cashback, raccomandiamo a tutti i consumatori di richiedere SPID e di scaricare l’app IO poiché sono strumenti utili e, a volte, imprescindibili per accedere a molti e differenti servizi oggi erogati dalla pubblica amministrazione. 

 

SPID è il sistema unico di accesso con identità digitale: i cittadini possono accedere e fruire dei servizi online della P.A. e potenzialmente anche dei privati a livello nazionale e locale(come banche o sistemi informativi creditizi), con un’unica identità digitale da qualsiasi dispositivo (smartphone, pc, tablet, etc.). Ad esempio, oggi lo SPID si utilizza per usufruire dei servizi dell’Inps (pensione, disoccupazione, etc.) o dell’Agenzia delle Entrate (pagamento tasse, modello 730 precompilato, etc.), per richiedere certificati anagrafici online dal sito dal Comune oppure per pagare il bollo auto e le prestazioni sanitarie

 

Per richiedere lo SPID, sul sito https://www.spid.gov.it/ vi è un elenco dei provider presso cui ottenerlo(attenzione, alcuni provider forniscono lo SPID gratuitamente altri a pagamento, a seconda della modalità che si sceglie per effettuare la procedura di riconoscimento). 

 

L’app IO è il punto di accesso unico per interagire con i servizi pubblici locali e nazionali, direttamente dallo smartphone o dal tablet, che consente all’utente, impostando le proprie preferenze, di ricevere avvisi e comunicazioni su una scadenza o un pagamento imminenti (per i servizi anagrafici, il rinnovo della Carta d’Identità o i servizi scolastici della mensa, etc.). L’app IO permette il pagamento di servizi e tributi degli enti della P.A. perché vi è integrata la piattaforma PagoPA, in cui si possono utilizzare i metodi di pagamento preferiti e si può visualizzare lo storico di ogni operazione. Attualmente con l’App IO si può richiedere in meno di 15 secondi il BONUS VACANZE.

 

Dal giorno 8 dicembre 2020 con questa app si accede anche al programma Cashback.

Pertanto consigliamo di prendere dimestichezza con l’app IO e avanzare nei semplici passaggi guidati, ad esempio per personalizzare alcune impostazioni del profilo utente, registrare i metodi di pagamento oggi riconosciuti, prendere visione dell’informativa privacy o scoprire i servizi offerti. 

Il consiglio che diamo per utilizzare l’app IO ai fini del programma Cashback, é quello di avere sempre con sè e in tutta sicurezza le password e le credenziali di accesso, indipendentemente dai differenti canali con cui si intende accedere all’app (procedura di login), ossia tramite computer o dispositivi mobile come smartphone e tablet. Per questi ultimi due, suggeriamo di fare il login attraverso la fingerprint (l’impronta digitale) in quanto metodo piú sicuro e pratico. Si precisa che le informazioni biometriche dell’utente saranno salvate nella memoria del proprio dispositivo mobile, senza mai essere comunicate ai sistemi dell’app IO o salvate altrove, e potranno essere disattivate in qualsiasi istante dall’utente stesso.  

Questi, in ogni momento, può segnalare la presenza di bug (errori) all’interno dell’app stessa; chiedere chiarimenti su un aspetto di un servizio, tramite apposita sezione lì presente; infine aprire una chat con il team app IO. 

Comunque, in ciascuna schermata all’interno dell’app sono presenti delle finestre di chiarimento relative ad una misura o ad un servizio erogati. 

Per maggiori informazioni sull’app IO, cliccare questo link https://io.italia.it/

 

DUE MODALITÀ DEL CASHBACK

 

Sono previsti due livelli – cumulabili – di rimborso

  1. Cashback 

È un rimborso standard pari al 10% dell’importo speso, nel limite di 150 euro a transazione, purché si siano effettuate minimo 50 operazioni nel semestre di riferimento. Dunque il rimborso massimo per singola transazione è pari a 15 €.

Riprendendo i nostri esempi di spesa: 

per un caffè dal costo di 0,90 €, otterrò un rimborso pari a 0.09 €; per una borsa da 70 €, riceverò 7 € di cashback; per una spesa riparazione dell’automobile che ammonta a 150 €, otterrò 15 € di rimborso; infine per una cena da 200 €, riceverò sempre un cashback pari a 15 € anziché 20 €, visto che le transazioni di importo superiore a 150 euro concorrono fino all’importo massimo di 150 euro.

Il tetto massimo di spesa è di 1.500 euro a semestre (3.000 euro l’anno), ricordando che per importi di spesa superiori si potrà candidare al programma solo la quota fino a 150 euro. 

Quindi il rimborso massimo ottenibile è fissato a 150 euro su base semestrale (300 euro su base annuale). 

  1. Super Cashback 

È un “superpremio” di importo pari a 3.000 euro l’anno ed è rivolto ai primi 100 mila consumatori più attivi nel ricorrere a strumenti di pagamento elettronici, secondo una classifica appositamente creata e basata sul numero delle transazioni accumulate. 

 

Per entrambe le categorie di rimborso, si considera il numero delle transazioni anziché il loro valore economico. Infatti il programma Cashback nel suo complesso mira a favorire l’uso dei pagamenti elettronici anche per micropagamenti frequenti.  

Inoltre il rimborso è calcolato per la spesa in unico importo totale ed è vietato frazionare in modo artificioso pagamenti riferibili al medesimo acquisto presso lo stesso esercente. 

Il consiglio che diamo a tutti i consumatori è assicurarsi che l’esercente/l’esercizio commerciale (acquirer convenzionati) da cui si intende acquistare un bene (capo d’abbigliamento, pc, bottiglia di vino), una prestazione professionale (presso studio legale, medico, di consulenza) o un servizio (ristorazione, trasporto, informatici) – specialmente se di fiducia o abitualmente frequentato – disponga di POS o altri strumenti per adempiere a pagamenti in modalità elettronica

Per conoscere ll’elenco degli Acquirer Convenzionati, cliccare questo link https://io.italia.it/cashback/acquirer/, specifiando che tale elenco non è esaustivo ed è continuamente aggiornato. 

Ad ogni modo PagoPA S.p.A metterà a disposizione un Help Desk per fornire supporto e assistenza agli utenti riguardo la gestione del proprio profilo e i servizi erogati attraverso l’app IO.

 

PERIODI DI VALIDITÀ DEL PROGRAMMA CASHBACK

 

Il  programma Cashback partirà l’8 dicembre ed è suddiviso, stando a quanto emerso sin qui, in quattro periodi di maturazione del rimborso:  

  1. Periodo sperimentale Dicembre 2020 (8-31 dicembre 2020) 
  2. 1° semestre (1° gennaio 2021 – 30 giugno 2021)
  3. 2° semestre (1° luglio 2021 – 31 dicembre 2021) 
  4. 1° semestre (1° gennaio 2022 – 30 giugno 2022) 

 

Extra-Cashback di Natale

In attesa che il programma entri a pieno regime (le misure Cashback e Super Cashback saranno attive dal 1° gennaio 2021), nel periodo che va dall’8 al 31 dicembre 2020 verrà sperimentato il c.d. Extra-Cashback di Natale, un tipo di rimborso che presenta alcune caratteristiche previste per il Cashback standard. Infatti anche qui il rimborso ottenibile è pari al 10% dell’importo speso, sempre nel limite massimo di 150 euro per singola transazione.

Ma tre sono la differenze rispetto al Cashback standard: 

1) il periodo di riferimento per effettuare gli acquisti non è il semestre bensì l’intervallo di tempo tra l’8 e il 31 dicembre 2020; 

2) il numero minimo di transazioni per maturare il diritto al rimborso è pari a 10 transazioni (anzichè le 50 transazioni da effettuare nel semestre). 

3) le transazioni fatte in questo periodo sperimentale non vengono considerate per il conteggio del SuperCashback

 

In altri termini, periodo sperimentale vigono delle regole differenti rispetto a quando il programma entrerà a regime. Gli utenti potranno maturare solo il rimborso standard pari al 10% di quanto speso in questo periodo, per un tetto massimo di spesa non superiore a 1.500,00 euro. L’eventuale importo del rimborso verrà accreditato a febbraio 2021. 

Invece solo a partire dal 1° gennaio 2021 si potrà iniziare a maturare il rimborso speciale, il c.d. Super Cashback.

 

Cashback e Super Cashback

 

Stando alle regole prima menzionate per il Cashback e il Super Cashback, al termine di ciascun semestre sarà calcolato il rimborso spettante ad ogni consumatore aderente, in base agli importi dei pagamenti realizzati. Il versamento del relativo rimborso avverrà entro 60 giorni dal termine di ciascun periodo.  

Dell’erogazione del rimborso – come pure della gestione di eventuali reclami e contenziosi – se ne occuperà la Consap S.p.A., società del MEF. 

 

STRUMENTI E CIRCUITI DI PAGAMENTO

 

A partire dall’8 dicembre 2020, gli strumenti di pagamento cashless accettati per il programma Cashback sono le carte di pagamento (carte di debito su circuiti internazionali e PagoBancomat, carte di credito, carte prepagate). 

 

È possibile registrare contemporaneamente più strumenti di pagamento, cumulando dunque le operazioni effettuate tramite più carte, anche prepagate, o app. 

Si segnala che alcuni strumenti di pagamento non saranno subito disponibili per l’attivazione ma lo saranno a breve (ad esempio Apple Pay o Google Pay saranno disponibili dal 2021); qui il link relativo agli strumenti di pagamento oggi riconosciuti ai fini del programma https://io.italia.it/metodi-pagamento/

 

Per ottenere maggiori informazioni circa il Piano Cashless Italia vi invitiamo a recarvi sul sito dedicato https://www.cashlessitalia.it/, sul sito specifico per il Cashback https://io.italia.it/cashback/guida/ e infine sul sito dell’app IO alla sezione FAQ https://io.italia.it/faq/

 

Riferimenti

 

 

 

 

Ti potrebbe interessare

Back to top button