Comunicati Stampa

L’e-commerce nel 2020: +98,7% di ricerche online ma cambiano i comportamenti d’acquisto

Amuchina e alcool denaturato nella classifica dei prodotti più desiderati insieme ad iphone, playstation e airpods

L’inizio del nuovo anno è tempo di bilanci e previsioni e molti di questi sono collegati alla pandemia del coronavirus che ha segnato duramente i dodici mesi appena trascorsi.
Mentre gli effetti provocati sulla vita degli individui non potrebbero essere più
diversi, una cosa è certa, nell’ultimo anno molto è cambiato, compreso il nostro
comportamento d’acquisto.
Nell’annuale report di idealo – portale internazionale leader in nella comparazione
prezzi – esaminiamo l'anno 2020 dal punto di vista dello shopping online, per
comprendere come la pandemia abbia influenzato gli acquisti degli italiani.

e-Commerce a livelli record: ecco i nuovi prodotti che si acquistano online
Il 2020 è stato un anno speciale per l’e-commerce con un incremento in termini di ricerche
e interesse per gli acquisti online pari al +98,7% 2 dovuto alle nuove esigenze dettate dalle
disposizioni per far fronte alla pandemia di COVID-19 e alla maggiore offerta da parte di
piccole e medie realtà che si sono attrezzate per la vendita via web, spinte dal drastico calo
dei numeri delle vendite offline nel 2020 3 .
Gli effetti più interessanti sull’e-commerce si sono registrati, tuttavia, rispetto ai
comportamenti d’acquisto online: se fino ad oggi 4 le categorie regine delle vendite online
sono state l’Elettronica e l’Abbigliamento, rappresentando quasi il 50% del totale delle
intenzioni d’acquisto (34,1% per Elettronica e 15,3% per Moda e Accessori), nel 2020 si è
assistito ad un boom nella domanda di prodotti e generi assunti a “notorietà” per le vicende
legate alla pandemia e alle restrizioni e limitazioni agli spostamenti durante i mesi di lockdown.

Così, nella classifica dei 5 prodotti più cercati nel 2020 5 , oltre all’iPhone 11, alla Sony
PlayStation 4 e agli AirPods2, troviamo l’Amuchina Gel e l’Alcool denaturato.

Home Sweet Home: i prodotti più amati nel 2020 per la casa e giardino
Le lunghe giornate trascorse a casa durante i periodi del lockdown hanno fatto riscoprire la
passione degli italiani per l’arredamento, il fai da te, la cura delle piante e la sistemazione
dei propri giardini e balconi.
Nel 2020 6 infatti le categorie di prodotti che sono cresciute di più sono state quelle legate
all’Arredamento e al Giardinaggio (+190.5%).
Chi ha la fortuna di poter disporre di uno spazio esterno e non sapendo se sarebbe stato
consentito andare in vacanza quest’anno, ha approfittato delle offerte online nel 2020 per
arredarlo e curarlo acquistando soprattutto Tende da Sole, Sedie da Giardino, Piscine da
esterno e Barbecue.
Molti si sono dedicati all’abbellimento dei propri spazi casalinghi, acquistando Tappeti,
Tende per interni e nuovi Letti, o all’equipaggiamento della propria cucina, comprando Mini
forni, e Robot da cucina. I più “intraprendenti” hanno approfittato delle giornate di lockdown per
cimentarsi in lavori di ristrutturazione attrezzandosi con Motoseghe e Seghe circolari.

Più tempo per noi: i prodotti più amati nel 2020 per la cura di sé e l’home fitness
Con il lockdown totale iniziato in lunedì 9 Marzo, gli italiani si sono trovati a dover
passare in casa tutta la giornata, con la sola eccezione di poter uscire per le attività
cosiddette essenziali. Questo ha significato per molti l’impossibilità di continuare a
frequentare palestre, centri estetici e parrucchieri ma, a giudicare dagli incrementi delle
ricerche online di articoli per l’home fitness e per la cura di sé, non pare che gli Italiani si
siano scoraggiati.
Nell’ultimo anno, infatti, l’interesse verso i prodotti per la Cura di sé è aumentata del
+164,7% mentre quello per gli attrezzi e accessori per praticare il proprio sport preferito
a casa è aumentato del +96,3%.
I prodotti per l’home fitness più richiesti online sono stati i e le Tute sportive
mentre, per la cura di sé, le ricerche si sono concentrate soprattutto su Regolacapelli e 
Barba e Integratori alimentari.
Tra i prodotti di queste categorie rientrano anche gli articoli legati alle misure anti-contagio
e distanziamento come le mascherine chirurgiche, i guanti in lattice e i disinfettanti per le
mani, i cui prezzi hanno subito le maggiori fluttuazioni nel corso dell’anno, con offerte e
sconti  che hanno permesso di risparmiare in media il -59,7 7 %.

Vincitori e vinti del 2020: i prodotti più desiderati e quelli meno cercati
Il boom dell’e-commerce nel 2020 ha interessato anche altre categorie come il Mangiare &
Bere (+159,2%), i Prodotti per animali (+116,5%), i Prodotti per bambini e neonati (+91,5%),
i Giocattoli e articoli per il Gaming (+88,7%), l’Abbigliamento e gli accessori (+72,7%).
Da segnalare, in particolare, la crescita dell’interesse online verso i prodotti di Elettronica,
aumentato del +96,7%. A farla da padrone quest’anno sono stati gli acquisti di strumenti
per l’Home office e la Didattica a distanza ed in particolare le Webcam, le Stampanti
multifunzione e le Cartucce, i Monitor e i Notebook, strumenti di cui moltissimi italiani si
sono dovuti dotare per poter continuare a lavorare e a studiare nei periodi di lockdown.
Altre categorie, invece, hanno subito pesanti perdite nel 2020. A soffrire maggiormente
sono stati i prodotti legati ai viaggi e allo sport in esterna come i seggiolini per bambini (-37,6%),
le Valigie (-35,1%), le Catene da neve (-38,0%) e le Scarpe da sport (-40,2%).

L’identikit di chi ha acquistato di più online nel 2020
I più attivi online nel 2020 sono stati gli uomini (60,6% contro il 39,4% delle donne), tra 
i 25 e 34 anni (25,0%) e residenti nel Lazio (se consideriamo l’interesse online ogni 100mila
abitanti). Le con la maggiore crescita di interesse rispetto al 2019 sono state 
quelle del Centro-Sud.
Hanno effettuato ricerche prevalentemente da mobile (67,5%), utilizzando un dispositivo
Android (78,0%), la domenica e nella fascia oraria tra le 21h e le 23h.

Qualche curiosità: come si sono comportati online gli italiani nel giorno di Natale e di San
Silvestro?
I prodotti maggiormente cliccati il 25 Dicembre sono stati Apple iPhone 11
(smartphone),Sony PlayStation 5 (console di gioco) ed Apple iPhone 12 (smartphone); viceversa, il 31 gli utenti hanno maggiormente cercato Moët & Chandon Brut Impérial (champagne), Didiesse Frog Revolution (macchina da caffè a cialde) ed Apple iPhone 12 (smartphone).
Interessante notare poi come nella settimana tra il 25 e il 31 Dicembre le intenzioni di acquisto relative
ai sex toys siano aumentate del +21,7% rispetto alla media giornaliera del 2020. Nella stessa settimana, l’interesse online verso spumante, prosecco e champagne ha registrato
un vero e proprio boom rispetto agli altri giorni del 2020 con un +626,6% di intenzioni di acquisto sul portale italiano di idealo.

Luigi Gabriele

Presidente dell'Associazione Consumerismo no profit. Laureato in Scienze Politiche, indirizzo politico amministrativo. Specializzato in affari regolatori, relazioni istituzionali e comunicazione pubblica. Dopo diverse esperienze in aziende e presso l’Università Sapienza, dal 2008 si occupa di tutela del consumatore. Ha svolto la funzione di esperto per due delle principali associazioni nazionali, svolgendo sia il ruolo di esperto consumerista sia di comunicatore pubblico. E’ consulente stabile in materia di consumi e tutela del consumatore per Uno Mattina, Mi manda Rai3, Tg2 Italia, Tv 2000 - Attenti al Lupo, Radio Rai1, Radio24, Radio Cusano Campus e innumerevoli siti web e testate. Ha acquisito competenze per la risoluzione delle casistiche sia individuali sia collettive in tutela del consumatore nei settori regolamentati (energia, gas, acqua e rifiuti, telefonia, Internet e pay tv, assicurazioni, bancario e servizi postali) e nei settori di consumo generico, come commercio elettronico, innovazione tecnologica e spesa domestica. E’ componente dei gruppi di lavoro sulla tutela del consumatore del Ministero dello Sviluppo Economico e ha svolto consulenza specifica per numerosi commissioni parlamentari su testi di legge in materia di tutela dei consumatori. Oggi è presidente di Consumerismo no profit e di Visionari no profit, organizzazione per la divulgazione della scienza e della tecnologia.

Ti potrebbe interessare

Back to top button