NotizieSalute

Occhio secco? E’ colpa di un batterio. Ecco dove vive. Attivo il numero verde

Presso la sala stampa Camera dei Deputati la Società Oftalmologica Italiana – SOI annunciato il lancio della Campagna nazionale SOI Carovana della Vista a supporto del Bonus Vista disposto dal Governo fino al 31/12. Attivo il Numero Verde di Pubblica Utilità Soi “Per vedere Fatti vedere”!

Attraverso la Campagna nazionale SOI Carovana della Vista, si vuole supportare Il Bonus Vista quale un contributo del valore di 50 euro che può essere richiesto grazie al fondo previsto dal Governo ed utilizzato per l’acquisto o il rimborso di occhiali da vista o lenti a contatto correttive dal 1° genn

Per vedere fatti vedere!

Con questo slogan la Società Italiana di Oftalmologia (SOI), lancia il Numero Verde SOI 800 189 441, ben sapendo come le malattie dell’occhio possono essere lente e graduali, alle volte senza sintomi e quando il problema si manifesta, il danno è ormai irreversibile, per questo è stato attivato un numero verde dove potranno rivolgersi tutti coloro che desiderano rassicurazioni e informazioni scientificamente corrette in ambito oftalmologico.

Le nuove tecnologie, dalla diagnostica per immagini alla chirurgia di ultima generazione, hanno rivoluzionato il mondo dell’oculistica: “Le visite oculistiche individuano precocemente malattie complesse e le cure sono diventate talmente efficaci da far aumentare la richiesta di prestazioni specialistiche di 10 volte in dieci anni. Tuttavia, all’aumentare della domanda non è corrisposto un adeguamento dell’offerta, soprattutto nell’ambito del Sistema Sanitario Nazionale. I Medici Oculisti impiegati nel SSN sono solo 1500, in continuo calo date le difficili condizioni di lavoro, mentre in Italia ve ne sono ben 7000.– afferma Matteo Piovella-Presidente SOI. D’altra parte è terribile non riuscire a superare la mentalità burocratica risalente agli anni 70, per cui si fa lo “spezzatino” della visita oculistica che prevede multipli inutili accessi con tempi di attesa, inaccettabili prima di poter definire il quadro clinico del paziente. Naturalmente gli esami oggi indispensabili negli anni 70 non esistevano per cui il modello organizzativo non ne prevede l’effettuazione contestualmente alla visita. Questo sistema inefficace comporta quindi tornare a prenotare gli esami con mesi di attesa quando va bene. Così non può funzionare. A scattare la fotografia dello stato dell’arte dell’oculistica in Italia è Matteo Piovella, Presidente della SOI.

Il caso dell’occhio secco causato da un batterio(VIDEO).

L’occhio secco evaporativo è una patologia debilitante che colpisce il 70% della popolazione over 50. Aggiungere l’aggettivo ‘evaporativo’, non limitandosi a definirlo semplicemente ‘occhio secco’ è d’obbligo. “Questo perché – spiega il Presidente della SOI – l’occhio secco non si caratterizza solo per lacrimazione insufficiente o assente. Le lacrime vengono regolarmente prodotte, ma evaporano, per carenza di produzione di lipidi e proteine, lubrificanti naturali dei nostri occhi

Trattamenti di ultima generazione – BlephEx, LipiFlow e iLux – sono in grado di eliminare il biofilm che, accumulandosi sulle nostre palpebre e alla base delle ciglia, dà origine a questa diffusa patologia, che presenta rossore, prurito, sensazione di corpo estraneo, secchezza oculare o lacrimazione, infiammazione a livello palpebrale e a livello delle ghiandole di Meibomio, tipici dell’occhio secco evaporativo”.

BONUS VISTA: COME OTTENERLO “Tuttavia, è doveroso ricordare che prima di accedervi è necessario sottoporsi ad una visita medico-oculistica”.

Per ottenere il Bonus Vista, che può essere richiesto una sola volta per ogni membro di un nucleo familiare con ISEE non superiore a 10 mila euro, occorrono: la dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU), riferita a un ISEE non superiore a 10 mila euro, lo SPID di livello 2 o superiore oppure Carta di identità elettronica (CIE) 3.0 o Carta nazionale dei servizi (CNS) e gli estremi della fattura o della documentazione commerciale, in caso di rimborso.

Luigi Gabriele

Presidente dell'Associazione Consumerismo no profit. Luigi Gabriele è laureato in Scienze Politiche, indirizzo politico amministrativo e specializzato in affari regolatori, relazioni istituzionali e comunicazione pubblica. Dopo diverse esperienze in aziende e presso l’Università Sapienza, dal 2008 si occupa di tutela del consumatore. Ha svolto la funzione di esperto per due delle principali associazioni nazionali, svolgendo sia il ruolo di esperto consumerista sia di comunicatore pubblico. E’ consulente stabile in materia di consumi e tutela del consumatore per Uno Mattina, Mi manda Rai3, Tg2 Italia, Tv 2000 - Attenti al Lupo, Radio Rai1, Radio24, Radio Cusano Campus e innumerevoli siti web e testate. Ha acquisito competenze per la risoluzione delle casistiche sia individuali sia collettive in tutela del consumatore nei settori regolamentati (energia, gas, acqua e rifiuti, telefonia, Internet e pay tv, assicurazioni, bancario e servizi postali) e nei settori di consumo generico, come commercio elettronico, innovazione tecnologica e spesa domestica. E’ componente dei gruppi di lavoro sulla tutela del consumatore del Ministero dello Sviluppo Economico e ha svolto consulenza specifica per numerosi commissioni parlamentari su testi di legge in materia di tutela dei consumatori. Oggi è presidente di Consumerismo no profit e di Visionari no profit, organizzazione per la divulgazione della scienza e della tecnologia. presidenza@consumerismo.it - www.luigigabriele.it
Back to top button